Nel bicentenario della morte di Gaetano Valeri (1822-2022) un chiarimento sui suoi dati biografici

Il musicista padovano Gaetano Valeri nacque a Padova il 5 marzo 1762

Piazza delle erbe Padova, la vera data di nascita di gaetano valeri - Giusy De Berardinis

Gaetano Valeri è stato un eminente rappresentante della fervida vita musicale padovana tra la fine del Settecento e gli inizi dell’Ottocento. Allievo di Ferdinando Turrini, ricoprì dapprima il posto di Organista e successivamente quello di Maestro di Cappella della Cattedrale per circa trent’anni, seppure con alcune brevi interruzioni, e svolse la professione di musicista e compositore sempre nella sua città.

Leggi anche: La vita del musicista padovano Gaetano Valeri

Una circostanza familiare, cioè la nascita del primo figlio dei genitori, chiamato appunto Gaetano e purtroppo deceduto precocissimamente, ha confuso il dato biografico tra questi e il suo, secondogenito e battezzato con lo stesso nome del fratello scomparso.

Un documento prodotto dalla mia ricerca pubblicata nel 2019 per la rivista Ad Parnassum Journal ha finalmente stabilito che Gaetano Valeri nacque a Padova il 5 marzo 1862, infatti il suo vero certificato di battesimo, reso noto per la prima volta, recita così:

«Adì 5 marzo 1762. Gaetano Bernardo Valerio figliolo del Signor Giovanni Battista Valeri quondam Valerio e della Signora Teresia Persi quondam Giuseppe sua legittima moglie è stato oggi battezzato da me Francesco Alberti suo Parroco. Padrini furono il Signor Bernardo Brusco quondam Antonio di S. Bortolamio ed il Signor Bernardino Girardi quondam Crescentio di S. Lucia. Nacque il dì suddetto alle ore 11 circa».

Nell’anno in cui ricorre il duecentenario dalla morte, Valeri morì infatti il 13 aprile 1822, la precisazione sulla sua corretta data di nascita si rende particolarmente utile e doverosa, dal momento che a tutt’oggi il musicista risulta erronamente nato due anni prima, cioè il 21 settembre 1760.

Per ulteriori approfondimenti e nuove acquisizioni sulla sua figura e sulle sue opere si rimanda all’articolo Gaetano Valeri, «esimio armonista» a Padova»

Giusy De Berardinis


Immagine

Foto fornita dall’Archivio di Stato di Padova: Guida di Padova e della sua provincia, Padova, 1842. Inv.: 01357; ADO. 1868.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *